cane badile
GEAPRESS – Preso a badilate in testa lo scorso nove maggio. Questo era stato riferito in merito all’intervento dell’Arma dei Carabinieri in una località della provincia. Un vicino di casa, aveva fatto scattare la segnalazione e sul posto erano intervenute le Guardie dell’OIPA al fine di porre sotto sequestro il povero animale. Secondo un comunicato diffuso dalla stessa associazione, dopo il ricovero in clinica veterinaria, il cane era stato invece riconsegnato alla persona denunciata.

Un fatto che aveva destato non poche perplessità.

Appena appresa la notizia della restituzione del cane – ha riferito Paolo Venturi, Coordinatore Regionale Guardie zoofile OIPA Emilia Romagna – ci siamo attivati e, in collaborazione con i Carabinieri e del Comune di Castel San Pietro, siamo intervenuti rapidamente per mettere in sicurezza il povero cane che era ancora visibilmente sotto shock oltre ad aver riportato gravi lesioni”.

Un giovane meticcio simil volpino per il quale le Guardie Zoofile OIPA Bologna hanno dato seguito alla notizia di reato basata sull’accusa di maltrattamento di animale già depositata dai Carabinieri. Il cagnetto è stato così preso in carico in custodia giudiziaria. Le Guardie si faranno carico sia del ricovero in clinica veterinaria per le cure necessarie, che del conseguente stallo casalingo.

Il cagnolino presenta delle ferite da taglio alla testa e un versamento di sangue nell’occhio. Quindi, riferisce sempre l’OIPA, la convalescenza non è compatibile con la detenzione in un box del canile.

Per sostenere le spese  mediche e di degenza l’OIPA Bologna ha avviato una raccolta fondi. Questa la mail per le informazioni informazioni guardiebologna@oipa.org

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati