cane bo
GEAPRESS – Intervento delle Guardie Zoofile dell’ENPA di Milano, unitamente alla Polizia Provinciale, comando territoriale di Bollate. Sabato nelle vicinanze del centro abitato di Bollate  due cavalli e cinque cani posti sotto sequestro.

Le Guardie Zoofile ENPA erano intervenute a seguito di una segnalazione che riportava  pessime condizioni di detenzione di alcuni animali in quello che veniva descritto come una sorta di serraglio di fortuna. Il luogo era adiacente a un complesso industriale, presso una via periferica di Bollate.

Giunti sul posto, si è così potuta constatare la presenza di cani che, stante le rilevanze investigative, sarebbero stati tenuti in mezzo ai loro escrementi, con ripari di fortuna e con a disposizione soltanto acqua putrida. In due casi i cani erano tenuti alla catena nonostante fossero chiusi in recinti ingombri di materiale di scarto. Secondo l’ENPA vi era così grande pericolo per la loro incolumità.

La situazione più grave riguardava però due cavalli. Le Guardie ENPA e la Polizia Provinciale avrebbero così individuato un terreno cosparso di deiezioni e urina, mista a paglia putrefatta, con pochissima acqua e scarsa disponibilità di cibo. Entrambi gli animali presentavano problemi a livello degli zoccoli. Secondo l’ENPA si tratterebbe dell’effetto della costrizione in un pantano “corrosivo”.

Uno di loro, l’esemplare maschio, era costretto all’immobilità, facendo fatica a muoversi a causa di un abnorme crescita degli zoccoli anteriori, che non erano curati da lunghi mesi. La sua condizione era ulteriormente compromessa da una grave infezione che causava all’animale un profondo dolore, tanto da precludergli il movimento. Solo la pazienza e le capacità del responsabile dell’Associazione A.S.O.M. (Associazione Salto Oltre il Muro) hanno consentito di riuscire a caricare entrambi gli animali sul trailer per portarli presso la casa circondariale di Bollate, dove l’associazione opera da anni in varie attività a favore dei detenuti e di altre categorie deboli.

I cani sono stati ricoverati, sotto sequestro, presso il canile di competenza. Dopo un immediato intervento veterinario il cavallo è stato messo, invece. in terapia per risolvere la grave situazione agli anteriori: si spera che fra qualche mese possa riprendere ad avere una deambulazione regolare e che le condizioni in cui è stato trovato restino solo un brutto ricordo.

Un uomo è stato denunciato con l’accusa di maltrattamento di animali.

ENPA Milano ringrazia tutti quanti si sono adoperati per risolvere velocemente il problema e consentire una vita più degna agli animali, priva soprattutto di grandi sofferenze.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati