micio tribunale
GEAPRESS – E’ finita innanzi al Tribunale di Belluno la vicenda della colonia felina di San Vito di Cadore dove molti mici erano stati uccisi in maniera cruenta. Stante quanto comunicato da Cristina Romieri del Gruppo Vegan Venezia, l’accusato avrebbe concordato con il PM la condanna a 5 mesi e 10 giorni, pena sospesa.

La colonia, ricordano gli animalisti, era costituita da una quindicina di gatti, tra cuccioli e adulti. Il soggetto, dovrà versare le spese legali sostenute dalla Leal di Milano e dall’assaciazione Dingo di Venezia che si erano costituite parte civile grazie al patrocinio dell’Avvocato Maria Carburazzi. Da valutare, ora, la possibilità di una azione civile.

La vicenda giudiziaria era iniziata grazie alla denuncia di una signora di Venezia che accudiva la colonia di gatti che vivevano nei prati attorno alla sua casa. L’ASL aveva ai tempi in progetto il censimento e sterilizzazione. Già in anni antecedenti, si era perlatro registrata la sparizione di alcuni gatti. Altri, ricorda sempre il Gruppo Vegan Venezia, sarebbero stati rinvenuti a pezzi.

A quanto sembra, agli atti processuali, ci sarebbero pure i verbali sulla presunta uccisione con accetta.

Grazie all’avv. Caburazzi gli animalisti erano riusciti a bloccare la richiesta di opposizione ed arrivare, così, alla fase di giudizio. Per questo, lo scorso 10 febbraio, vi era stata pure una manifestazione innanzi al palazzo di Giustizia.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati