chihuahua
GEAPRESS – La notizia non ha avuto lo spazio che forse si meritava. Oltre i circuiti giornalistici catalani non è apparsi nei media spagnoli, ormai pienamente catapultati, come è giusto che sia, sui tragici avvenimenti del treno deragliato a Santiago de Compostela.

Due chihuahua, sono stati rinvenuti maltrattati in un appartamento di Font de la Guatlla, un  sobborgo di Barcellona. Ad avvisare le Forze dell’Ordine sarebbero stati i vicini, allarmati dai lamenti che provenivano da quella casa. Gli Agenti, ancora prima di presentarsi ai proprietari, hanno così potuto fotografare lo strano attrezzo dove era legato un povero chihuahua di colore bianco. I giornali di Barcellona, hanno descritto lo strano strumento come un “attrezzo di tortura“.

La fotografia diffusa dalla Polizia, è stata scattata dal piano superiore dell’abitazione e mostra il povero cagnolino legato con delle cordicelle alla ringhiera di una finestra. In particolare, ad apparire stirate, sarebbero le zampe posteriori, mentre dall’addome e dal torace, il povero cane parrebbe appeso, sempre tramite delle corde, ad un bastone sistemato superiormente.

Dopo la perizia veterinaria il cagnolino è stato affidato ad un rifugio nei pressi di Barcellona. Stessa sorte sarebbe toccata ad un secondo Chihuahua di colore marroncino e fotografato poi presso la stazione di Polizia. Nel momento in cui gli Agenti sono entrati nella casa, questo secondo animale sarebbe risultato libero, ma a detta dei Veterinari,  era stato anch’esso sottoposto a precedenti maltrattamenti.

Il Giudice deciderà ora per l’adozione ma le pene, riportano i giornali locali, non sono particolarmente elevate. Da segnalare la possibile interdizione, fino a tre anni, da lavori che comportino l’uso di animali.

Nulla è stato riferito in merito ai proprietari, così come su quello strano arnese di tortura.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati