GEAPRESS – Il proprietario dei due cavalli sequestrati nei giorni scorsi a Barberino di Mugello (FI) a seguito di un intervento delle Guardie Zoofile dell’ENPA, potrebbe aver fatto ricorso al Tribunale del Riesame chiedendo l’annullamento del sequestro.

Attualmente i due animali sono in custodia giudiziaria presso un’azienda del posto. Custodi che avrebbero già sostenuto delle spese per l’alimentazione oltre che avere acquisito la mucca detenuta nello stesso terreno, a quanto pare destinata al macello. Nel caso di accoglimento del ricorso, pertanto, almeno quest’ultimo animale potrà evitare di tornare nei luoghi. Situazione diversa, invece, per i due cavalli.

Il comunicato diffuso nei giorni scorsi dall’ENPA (vedi articolo GeaPress), riferiva però di situazioni quantomeno precarie che potrebbero addirittura avere provocato la morte di una cavalla. Quest’ultimo animale era stato rinvenuto, al momento del sopralluogo, adagiato nel terreno fangoso.

Ora il colpo di scena che ha lasciato non poco perplessi i volontari che assieme alle Guardie dell’ENPA di Firenze avevano coadiuvato i tentativi di salvataggio della povera cavalla. Questa ha poi subito l’eutanasia stante le risultanze emerse dalla visita medico veterinaria e gli inutili tentativi di rianimarla.

Il Tribunale del Riesame potrebbe in teoria ravvisare elementi da non giustificare la misura cautelare, ovvero il sequestro dell’animale. In questo caso, i due animali dovranno essere restituiti al proprietario.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati