randagio molla
GEAPRESS – Un randagio con la “molla” attorno al collo. Secondo la Polizia Municipale di Bagheria (PA), si tratterebbe in realtà  di un grosso tubo  rigato, del tipo usato nei lavori per interrare grossi cavi elettrici.

Il cane stazionerebbe nella parte bassa di Bagheria da almeno 15 giorni. I volontari dell’ASVA, riferisce sempre la Polizia Municipale a GeaPress, stanno facendo di tutto per poterlo recuperare. Il cane con la “molla” fa parte di un gruppo di randagi, forse formatosi appresso ad una cagna in calore. Stante informazioni circolate in loco, si tratterebbe dello stupido gioco di alcuni ragazzi. Un fatto che però non sarebbe ancora stato riscontrato dalla Polizia Municipale che sta seguendo la vicenda.

Il cane, riferiscono sempre dalla Polizia Municipale, è chiaramente traumatizzato e per questo molto diffidente. Nonostante i numerosi tentativi messi in atto non si riesce ancora ad avvicinarlo.

Del caso sarebbe stato interessato il Veterinario del Distretto Veterinario dell’ASP di Bagheria. Il cane, nonostante gli inevitabili  problemi creati, riesce comunque ad alimentarsi ed a bere. Dunque, almeno da questo punto di vista, non ha problemi di immediata sussistenza. Appena vede un uomo, però, si allontana immediatamente. Considerato come è stato ridotto ne ha tutti i motivi, dicono i volontari.

Nei luoghi già da ieri sono giunti anche i volontari della città di Palermo, ma il cane, tenendo fede alla diffidenza maturata, se ne è guardato bene dal farsi scorgere.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati