rott II
GEAPRESS – Una storia di crudeltà e menefreghismo. E’ quella che è capitata ad Ernesto e Alessandra, una coppia di palermitani che da qualche tempo abita nelle campagne di Bagheria.

Una comune passione per gli animali, testimoniata da sette quattro zampe: cinque cani e due gatti.

Nel giugno dell’anno scorso si presenta dietro il cancello di casa un giovane incrocio di Rottweiler. Si tratta di una cagna un po’ magra ma molto allegra. Subito Ernesto ed Alessandra si impegnano per l’adozione con risultati, in terra di abbandoni, facili da immaginare. A Rott, così viene chiamata la cagnetta, viene comunque garantita una cuccia confortevole, oltre che cibo ed acqua a volontà. Non solo, poco dopo il suo arrivo si scopre che necessita di molte cure. Leishmania ed altre patologie probabilmente aggravate dal periodo di abbandono.

La cagnolina si riprende bene, cresce assieme agli altri cani ed arriva felice fino alla soglia dell’autunno. Proprio quando le prime voci di una possibile adozione sembrano concretizzarsi, Rott viene rubata. Forse, suggerisce qualcuno, il suo essere così simile ad un Rottweiler può avere attirato l’attenzione di qualcuno. Impossibile appurare, perchè di lei non si hanno più notizie.

L’altro ieri, però,  ricompare. Viene accolta con gioia dagli altri quattro zampe, ma Ernesto ed Alessandra si trovano innanzi un altro cane. Quella domenica di fine estate, qualcuno deve averla veramente scambiata per un cane di razza. Apparentemente, grazie alle cure somministrate, sembrava sana. Poi, però, la malattia ha ripreso a galoppare. Perchè tenerla?

Rott viene così abbandonata esattamente dove era stata rubata. Di fronte la casa di Ernesto e Alessandra.

Siamo certi che le sarà stato dato il ben servito – riferiscono a GeaPress – Non ci tiriamo indietro e Rott sarà curata. Quello che ci dispiace è che il cane sia nuovamente sull’orlo di un collasso, ridotta pelle ed ossa, piena di parassiti e con il problema, dalle nostre parti quasi irrisolvibile, dell’adozione. Questa volta, però, una casa per lei deve assolutamente arrivare“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati