GEAPRESS – Una brutta storia, innanzi tutto per il gattino trovato cementato nei pressi dell’abitazione di un ex fedele della controversa chiesa mormone dell’Arizona. Bloccato dentro un tubo di metallo riempito di cemento. Del povero gatto si vedeva solo la testa e parte di una delle zampe anteriori. Estratta la carota di cemento si è provveduto a picchettare il blocco  fino a liberare il povero animale. Malconcio e dolorante, è morto poco dopo.

Stante quanto riferito dall’ex fedele della chiesa si tratterebbe di una minaccia. Una minaccia che si è fatta notare con l’avvilente miagolio del gatto. La chiesa in oggetto è al centro di roventi polemiche in merito ad abusi compiuti dal suo leader nei confronti di minorenni. Chi ha trovato il gatto asserisce di essere stato oggetto di altre minacce. Non doveva riferire quanto aveva visto.

Incredibile l’atteggiamento dello sceriffo locale, il quale non solo non avrebbe dato corso alla denuncia ma ha pure risposto con scherno, affermando di volere completare l’opera. Anche lo sceriffo è membro della chiesa nota per praticare la poligamia. Della vicenda se ne sta ora occupando il Dipartimento della Giustizia americana.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI VIDEO – ATTENZIONE IMMAGINI FORTI: