GEAPRESS – E’ vivo e sta molto meglio, il cane Lucky, trovato legato ad un albero in una strada secondaria nelle campagne di Ardea, in provincia di Roma, agli inizi di maggio (vedi articolo GeaPress). La vita di Lucky è salva, grazie alle volontarie che ogni giorno badano ai cani di strada ed alle cure dei Medici Veterinari.

La sua storia ha commosso molte persone ed in tanti ci hanno scritto chiedendoci notizie. Ed eccolo qui, in piena metamorfosi. Nella colonna a sinistra della foto, così come è stato trovato. A destra, invece, dopo un mese di amorevoli cure. Alessandra, una delle volontarie, non ha dubbi: Lucky sta decisamente meglio, è giocherellone oltre che affettuoso e molto socievole. Chissà quante ne ha passate. Un rottweiler ridotto a dodici chili di peso e legato ad un albero di una strada secondaria, ovvero destinato a morire.

Per fortuna, per lui le cose sono andate diversamente e dopo le primissime notizie seguite al ritrovamento (vedi articolo GeaPress) ora gli ultimi aggiornamenti. Lucky ha la richeziosi, sebbene in forma lieve. Diverso discorso per la leishmaniosi; per questo Lucky è ipovedente. Ma Lucky, con i volontari, è felice. Vede,a modo suo, ma molto oltre le deboli risposte agli stimoli luminosi, così come si ebbe modo di verificare subito dopo il ritrovamento.

A fare il miracolo, la dott.ssa De Angelis, Medico Veterinario. Il cane si trova ora presso la struttura sanitaria del dott. Di Fazio. Lucky ha imparato a conoscere la struttura e si muove agevolmente. E’ ipovedente, ma le patine sugli occhi che aveva al momento del ritrovamento, causate dalla leishmaniosi non curata, sono ora regredite. Il primo ciclo di cura della malattia si è concluso con risultati insperati ma i valori non bassi della malattia fanno pensare ad una lunga terapia. Si vedrà.

Lucky è un cane giovane e può recuperare. Secondo la dott.ssa De Angelis, dovrebbe essere nato nel 2009. Forse, al suo padrone, sarà bastato sapere che aveva la leishmaniosi per sbarazzarsene. Nessuna malattia, o altro evento, può giustificare una decisione così tremenda ma, non finiremo mai di ricordarlo, le paure della leishmaniosi sono del tutto ingiustificate (vedi articolo GeaPress). Intanto per Lucky la sua … nuova vita, è iniziata bene. Incrociamo le dita ed un grazie di cuore (ancora una volta) ai volontari. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).

VEDI FOTO: