GEAPRESS – Una femmina di 18 mesi che, secondo il referto pervenuto dalla ASL territorialmente competente, è morta sicuramente per impiccagione. Nessuna esibizione di un cane morto chissà dove, come si era detto nei giorni scorsi. Il cane, contrariamente a quello che sembra vedersi nella foto, è in realtà sollevato a circa una decina di centimetri da terra.

L’animale è stato ritrovato in tale posizione domenica scorsa dal Commissario Calogero Cammarata del Distaccamento di Agrigento del Corpo Forestale della Regione siciliana, il quale sembra non avere dubbi sul significato del gesto. Un tremendo atto dimostrativo. Rimane da capire a chi indirizzato. La aree sono interessate da un intenso pascolo di ovini, dalla presenza del canile comunale ove operano dei volontari della LIDA e dalla stessa area attrezzata del demanio forestale.

Il canile, ad ogni modo, è distante alcune centinaia di metri e raggiungibile dal luogo, solo tramite un sentiero di campagna. Gli stessi volontari, ad oggi, non sapevano ancora del ritrovamento. Una maniera insolita, dunque, per recapitare una minaccia. Contrada Pizzutello, inoltre, è un luogo isolato.

Anche i problemi sorti nel passato con alcuni pastori, sembrerebbero essersi ridotti. Il cane impiccato è stato, invece, rinvenuto nel demanio forestale proprio all’entrata dell’area attrezzata, istituita appena un anno addietro. Il gestore avrebbe però dichiarato di non avere mai ricevuto minacce o avvertimenti di altra sorta.

Allo stato – ha dichiarato a GeaPress il Commissario Cammarata – l’unica cosa che è possibile avvalorare è la volontà di mostrare quanto commesso. Il cane l’ho trovato personalmente durante un normale controllo del territorio e di certo era sistemato in modo tale da essere notato“.

La cagna impiccata non era microchippata. Uno dei tanti randagi, o presunti tali. Di sicuro gli appelli dei volontari di sterilizzare e anagrafare i cani senza padrone, sono finora caduti nel vuoto.

Evidentemente la domenica è preferita per l’impiccagione … Nello stesso giorno, infatti, vicino Olbia (vedi articolo GeaPress), sono stati trovati due cani impiccati. In quel caso, però, le indagini si sono indirizzate subito al mondo degli allevatori di ovini.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati