GEAPRESS – Si era da poco trasferito dalla Lombardia, solo che la sua attività di allevamento non risultava essere tale. Questo secondo i Carabinieri del NAS di Aosta, che oggi hanno sequestrato 36 cani, tra cui Labrador, American Pit bull terrier  ed altre razze, tutti detenuti in gabbie metalliche all’interno di un piano interrato, nel Comune di Saint-Marcel. Nella struttura vi erano almeno otto fattrici, mentre, come precisato dai militari del NAS, per non essere allevamento, ne occorrerebbero non più di cinque.

Anche in Lombardia i cani venivano utilizzati per la protezione civile, tanto che, sempre secondo gli inquirenti, trattavasi in effetti di una struttura adibita ad allevamento ed addestramento.

Irregolarità pure per quanto riguarda i mangimi. Il soggetto denunciato, infatti, esercitava la vendita senza le necessarie autorizzazioni. A poco sono valsi i tentativi del presunto allevatore di giustificarsi, ed il canile nel piano interrato ha avuto così sequestrato tutti i cani detenuti. I NAS non hanno ritenuto di dovere contestare al denunciato il reato di maltrattamento di animali. I cani apparivano in buone condizioni anche se, ancorchè allevamento, non avrebbe potuto essere così strutturato.  

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati