GEAPRESS – Tutto convalidato. La Procura della Repubblica di Velletri ha così confermato il sequestro operato nei giorni scorsi dal Corpo Forestale dello Stato ai danni di un noto negozio di animali di Lavinio, nel Comune di Anzio, già attenzionato nel recente passato. Anzi, in base a quanto riscontrato dai Forestali del Comando Stazione di Nettuno, l’irregolare posizione di un Chihuahua in particolare, era stata già evidenziata nel corso di un precedente intervento compiuto dalla ASL e dalla Polizia Municipale. Ad essere sequestrati sono stati sette cuccioli, tutti provenienti dall’Ungheria, tra i quali, oltre al Chihuahua, anche un Cocker Spaniel, uno Shi-Tzu, un Bouledogue Francese, un Cavalier King Charles ed un Jack Russel.

Alla titolare del negozio è stato contestato il reato di traffico di cuccioli, maltrattamento di animali,  detenzione in condizioni incompatibili con la loro natura e frode in commercio. I cagnolini erano privi non solo del microchip identificativo (escluso il Chihuahua al quale era stato apposto nell’ambito del precedente controllo) ma anche del passaporto per l’importazione. Due cagnetti, poi, erano nati appena quaranta giorni addietro.

Le indagini, comunque, procedono per verificare se il canale di provenienza dei cuccioli, ovvero l’Ungheria, è valido anche per altri negozi della provincia. Lo stesso commerciante ora sanzionato, del resto, riforniva privati ma anche negozianti e grossisti. Almeno così si pubblicizzava congiuntamente all’evidenza (a suo dire) di essere in regola con la documentazione sanitaria e microchippatura dei cani.

Cani, ma non solo. Questi, più che altro, erano il fiore all’occhiello. Così dicevano al negozio, che però non avrebbe potuto detenere i cuccioli oggetto di precedente intervento. Poi anche rettili, acquari (veniva garantito anche il montaggio), uccelli e pesci tropicali. Non mancavano neanche gli accessori e le offerte. Le stesse varietà di cani come quelli ora sequestrati, venivano offerti ad un prezzo variabile tra le 400 ed i mille euro. Tutti eccetto un Chihuahua. Per averlo, sempre in offerta, dovevi sborsare 1200 euro. Poi gli uccellini a 15 euro, le tartarughe di terra a 130, ed altri sconti e meravigliose offerte nel mercato di vite, comprese evidentemente quelle ungheresi senza certificazione di legge.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI FOTOGALLERY: