GEAPRESS – Dovrebbe essere un allevamento di Labrador e Yorkshire che operava anche tramite internet, quello ora chiuso dalla Polizia Municipale di Modena a Villavara di Bomporto. Le indagini sono ancora in corso e potrebbero a breve riservare ulteriori sviluppi. Stante quanto confermato dalla Polizia municipale il canile era completamente abusivo, ma funzionava anche come pensione caratterizzata dai prezzi bassissimi. Al momento del controllo sono stati trovati una decina cani. Il soggetto, un modenese molto noto in loco, li deteneva finanche in luoghi di fortuna, in alcuni casi senza riparo ed alla catena.

I cani presentavano anche vistosi segni di dermatite, mentre i più piccoli erano avviliti dalle pulci. A quanto pare, sia la Polizia Municipale che l’ASL territoriale avevano già in altre occasioni inviato l’uomo ad adeguare la struttura, evidentemente ancora non risultante come commerciale, senza ottenere però alcun risultato.

Attesa dunque la relazione dei Veterinari dalla quale dipenderà l’ipotesi di reato di cui al maltrattamento di animali. Trattandosi inoltre di una struttura abusiva dovrebbero essere scontate, oltre alle violazioni fiscali, anche quelle sanitarie relative, ad esempio, alla tipologia degli scarichi.

Tutti gli animali sono stati dati in affidamento. La Polizia Municipale di Modena invita i proprietari di cani a verificare sempre, prima di affidare i propri animali, che la struttura sia regolarmente autorizzata e che rispetti le norme igieniche e l’idoneità dei locali. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).