gattino caffè
GEAPRESS – Un gattino di pochi giorni di vita, recuperato dai volontari dell’associazione Aronne.

Il piccolo animale era stato gettato assieme ai resti del caffè, avvolto in un foglio di carta.  Per fortuna l’intervento dei volontari è avvenuto quando si era ancora in tempo per poterlo salvare, ma occorre ora trovare con la massima urgenza una mamma gatta in grado di accudirlo.

Si tratta dell’ennensimo caso di ritrovamento di animali in difficoltà affrontato dai volontari di Aronne. Cani e gatti, spesso in condizioni pietose, salvati da morte certa ed accuditi fino all’adozione. In questo caso sorprende la spietata indifferenza con la quale qualcuno ha inteso sbarazzarsi di un “rifiuto”, eliminato assieme ai fondi del caffe.

Questa è la mentalità con la quale combattiamo ogni giorno – hanno commentato i volontari di Aronne – Gli animali, per alcuni, sono solo spazzatura“.

Purtroppo la legge italiana punisce in maniera molto blanda questi comportamenti, specie se di abbandono. Un recente provvedimento del Governo, adottato su delega del Parlamento, ha peraltro deciso di affidare alle competenze del Giudice di Pace proprio il reato di abbandono previsto dall’art. 727 del Codice Penale. Un reato già debole essendo di natura meramente contravvenzionale.

Per la vita del gattino di Agrigento, abbandonato assieme ai resti del caffè, sarà indispensabile trovare una mamma gatta.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati