sacco cuccioli
GEAPRESS – Un sacco ben chiuso con all’interno undici cuccioli di cane.

Nonostante la lunga esperienza in tema di salvataggi di animali maltrattati, i volontari dell’associazione Legalo al Cuore Onlus, stantavano a credere ai propri occhi. Il sacco è stato immediatamente aperto e dal suo interno, stipati come rifiuti in un sacchetto stracolmo, vi erano gli undici cuccioli.

Non so come si può ancora definire umano chi si è reso responsabile di un tale atto – riferisce a GeaPress Patrizia Buonadonna, presidente di Legalo al Cuore Onlus – I cagnolini hanno rischiato di morire soffocati per mano di chi considera la vita ancor meno di un rifiuto da smaltire in qualche maniera”.

Un appello, quello di volontari, ad una maggiore vigilanza e a mettere in campo vere e proprie campagne di sensibilizzazione. Putroppo casi di questo genere sono ancora molto diffusi specie negli ambienti rurali. “Li abbiamo subito accolti e stiamo provvedendo a tutto – afferma Patrizia Buonadonna –  ma per noi è un aggravio considerevole di lavoro. Ad oggi abbiamo 22 cuccioli e stiamo cercando disperatamente di potere loro regalare una sicura adozione”.

Purtroppo la legge punisce in maniere molto blanda tali reati. Basti considerare che l’ abbandono di animali, non solo è stato limitato dalla legge 189/04 (ovvero quella che dovrebbe proteggere gli animali dai maltrattamenti) a semplice reato contravvenzionale, ma ultimamente senza che nessuno se ne sia accorto, nonostante i passaggi parlamentari, è stato destinato alle competenze del Giudice di Pace (vedi articolo GeaPress).

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati