GEAPRESS – Lo scorso luglio finirono sui giornali di mezzo mondo. A renderli così famosi fu l’ulteriore bravata di uno di loro che esternò la sua felicità, esponendo l’ orrendo materiale fotografico su facebook.

Un gruppo di soldati vietnamiti aveva infatti torturato due povere scimmiette per poi cuocerle alla brace. Almeno, così venne detto allora.  Le  scimmie  (un maschio ed una femmina gravida) vennero fotografate scuoiate oltre che ad essere esposte in ulteriori orrendi scatti, come la scimmia con la sigaretta in bocca.

Il Dipartimento delle Foreste vietnamita avviò subito una sua inchiesta. I soldati vennero individuati e per loro si profilò l’esplulsione dall’esercito.  Si scoprì che a rifornirli erano stati dei cacciatori. Le scimmie appartenenti al genere Pygathrix, come quelle cotte alla brace dai soldati, sono peraltro protette dalla legge acheter levitra.

Di queste ore il verdetto. I tre cacciatori che vendettero ai soldati le scimmie, sono stati condannati a 28, 24 e 12 mesi di prigione.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI FOTOGALLERY (ATTENZIONE IMMAGINI FORTI):