GEAPRESS – A casa sua aveva almeno un fucile da caccia, più altre armi, tra le quali una illegalmente detenuta. L’uccisore di Star, la cagnetta centrata da decine di pallini di piombo e seppellita viva, è stata rintracciato e giudicato in tempi brevissimi. Alfred Vella (nella foto), 44 anni, un contadino di Birzebbuga è stato condannato a tre mesi di carcere, ma solo per il possesso di un pistola artigianale illegalmente detenuta, con la quale ha dichiarato di aver tentato di uccidere Star. Come aveva già fatto con altri cani, ha detto. Con Star, si è giustificato, non voleva causare crudeltà.

Nella sua casa è stato trovato un frigo pieno di uccelli. Molti appartengono alla fauna protetta.

A Malta – ha dichiarato a GeaPress Andrea Rutigiliano, responsabile del CABS – vi è una legislazione molto simile a quella italiana. Reati venatori poco efficenti, carcere per il possesso di armi illegalmente detenute, e sanzioni pecunarie contestate a chi maltratta gli animali“.

Alfred Vella, infatti, è stato condannato a pagare una sanzione di 10.000 euro proprio per il maltrattamento di animali.
Star aveva dieci anni ed a quanto pare non apparteneva a Vella. Era vissuta con un’altra persona, ma quando la cagnetta aveva iniziato a perdere il pelo, è stata consegnata a Vella. Trovata sotto terra da uno speciale dipartimento del Ministero dell’Agricoltura maltese che si occupa di maltrattamento di animali, Star era stata ricoverata in una clinica veterinaria (vedi articolo GeaPress). Adottata, aveva vissuto, però, solo pochi giorni, colpita da una pancreatite che le è costata la vita (vedi articolo GeaPress).

La sua vicenda aveva giustamento indignato moltissimi maltesi ed il caso di Star aveva suscitato diffuse reazioni di sdegno, culminate anche in una nutrita manifestazione.

La Corte non ha accolto le attenuanti richieste dalla difesa. Il procuratore si è strenuamente battuto. “Dovremmo difendere queste persone?” avrebbe detto alla Corte. Infine la condanna. Star era rimasta seppellita, con il solo musetto appena fuoriuscito dalla terra, per 14 ore. 

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati