operazione pettirosso 2010

GEAPRESS – GeaPress seguirà nel suo speciale “Alert – La natura sta colando”, l’attività del Corpo Forestale dello Stato ed in modo particolare del NOA (Nucleo Operativo Antibracconaggio) nelle valli della provincia di Brescia. Come potrete leggere già dal primo invio dal Comandante del NOA, dott. Furlan, è proprio in questi luoghi che in maniera sfacciata, una intensa attività venatoria abusiva uccide ogni anno un numero impressionante di pettirossi, fringuelli, cince, tordi e molti altri uccelli utili a servire (solo) una ricetta di cucina. L’operazione della Forestale prende il nome da uno degli uccellini (protetti) che come altri paga il mancato rispetto della legge: “Operazione Pettirosso 2010″.

Brescia – il clan della polenta e osei: comunicano con i bigliettini e tengono il libro mastro. Come cambia il bracconaggio nelle valli bresciane

COP
GEAPRESS – 119 persone denunciate, 34 armi sequestrate e poi: 726 trappole, 1931 archetti, 83 reti, 461 animali vi...Leggi tutto

Brescia: lo scolaretto con il fucile

Cop
GEAPRESS – Tra gli oltre 100 denunciati dal Nucleo Operativo Antibracconaggio del Corpo Forestale dello Stato, ancora ...Leggi tutto

Brescia – Decine di animali protetti sequestrati dai Forestali del NOA

COP
GEAPRESS – Cambio di turno nei Reparti speciali del Corpo Forestale dello Stato che in questi giorni stanno conducendo...Leggi tutto

Brescia – La piccola avifauna uccisa si conta ormai in chili. Nuovi maxi sequestri dei NOA

Cop
GEAPRESS – Tutto in 48 ore. Trappole, reti, animali liberati ed anche, purtroppo, rivenuti già morti e spellati. Impo...Leggi tutto

Brescia – Tra le montagne, senza sentieri e tra fitti boschi a decimare la fauna protetta

cop
GEAPRESS – L’ Operazione Pettirosso 2010 colpisce ancora. I Forestali dello speciale Nucleo Operativo Antibracco...Leggi tutto

Brescia – Tra palline Made in China e crudeli archetti

cop
GeaPress – Dopo i sequestri dei sofisticati riproduttori di canti di uccelli forniti di telecomando e scheda memoria c...Leggi tutto

Brescia – Ritorno alla vita

COP
GeaPress – Storni, fringuelli ed altri appartenenti alla piccola fauna alata, ritornano alla vita. Li hanno liberati p...Leggi tutto

A Brescia con il telecomando a caccia di pettirossi

50
GEAPRESS – Nuovo brillante intervento del Nucleo Operativo Antibracconaggio del Corpo Forestale dello Stato in provinc...Leggi tutto

A Brescia piovono uccelli. Primo eccezionale intervento dei reparti antibracconaggio del Corpo Forestale dello Stato.

neo
GEAPRESS – Gli uccellini sarebbero protetti dalla Convenzione di Berna, anzi sarebbero tutti “particolarmente pr...Leggi tutto

Alert, la natura sta colando. Al via i campi anti bracconaggio del Corpo Forestale dello Stato

ridotta
GEAPRESS – E’ iniziata da poche ore “l’Operazione Pettirosso 2010” del Corpo Forestale dello Stato. Se...Leggi tutto

progetto basso sulcis

GEAPRESS – Così come nelle valli del bresciano, vi sono altre aree in Italia soggette a pesanti forme di bracconaggio. Se in Lombardia l’attività della forestale viene integrata nei periodi caldi con uomini e mezzi provenienti da altre regioni e con un corpo specializzato, non sempre questo è ovunque possibile. E’ il caso ad esempio delle regioni a statuto speciale e tra queste la Sardegna. Nei complessi montuosi vicino Cagliari ogni anno decine di migliaia di trappole e numerose reti di uccellatori, decimano gli uccelli sia migratori che stanziali. I forestali del NOA (Nucleo Operativo Antibracconaggio) non hanno mai potuto operare in quelle zone. GeaPress vuole seguire anche questo abuso, per contrastare il quale, di rinforzo agli uccelli migratori, sono più volte intervenuti da tutta Italia i volontari della LIPU coordinati da Giovanni Malara, responsabile dei campi di lavoro anti bracconaggio dell’associazione. A lui abbiamo intanto chiesto di raccontarci cosa succede in Sardegna.
COP

Sardegna. Concluso il campo LIPU antibracconaggio condotto in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri (foto e video)

GEAPRESS – Basso Sulcis e Serrabus, rispettivamente le zone ad ovest e ad est di Cagliari. Montagne umide che portano ...Leggi tutto
COP

Tra gatti mangiati, zampe di cervo amputate e pettirossi impiccati

GEAPRESS – In totale quasi 2700 trappole in lacci-cappio d’acciaio, disposte sia in terra che sugli alberi, in s...Leggi tutto
cop

Cagliari: in coppia legati per il collo a far da esca ai gatti selvatici (foto)

GEAPRESS – Sono probabilmente vicini all’essere identificati gli autori dell’attentato ai volontari LIPU c...Leggi tutto
upupa

Sardegna, campo LIPU: sfiorata la tragedia

GEAPRESS – Un improvviso lancio di grossi sassi dalla sommità del monte, il ferimento a un piede del vicepresidente L...Leggi tutto
cop

Cagliari, in un solo sentiero 1000 trappole per due uccellatori

GEAPRESS – Italiani, inglesi e tedeschi. Tutti contro l’uccellagione in Sardegna. Coordinati dalla LIPU, che...Leggi tutto
COP

Terrorizzati dall’uomo. Tordi e pettirossi, impiccati e … spezzati!

GEAPRESS – Continua l’attività dei volontari della LIPU per contrastare i fenomeni illegali di uccellagione nei bos...Leggi tutto
foto verdone - Copia

Sardegna: iniziato il campo LIPU nel basso Sulcis

GEAPRESS – E’ iniziato in questi giorni l’intervento della LIPU – Lega Italiana Protezione Uccelli – per l...Leggi tutto
IMG_8428

Progetto Basso Sulcis

Primo ottobre 2010 di Giovanni Malara E’ sterrata, ma si tratta di una strada importante. Unisce infatti le province d...Leggi tutto