orsi della luna
GEAPRESS – Siamo forse vicini alla fine degli allevamenti di orsi della bile nella città vietnamita di Ha Long.

Una speranza, quella di Edication for Nature, l’ONG specializzata in attività protezionistiche in Vietnam, che oggi viene rilanciata con la notizia che  nessun turista ha visitato nell’ultimo mese gli ultimi due allevamenti della città vietnamita.

Fino a quale anno addietro esistevano sei strutture che detenevano orsi, ma la mancaza di bus carichi di turisti arrivati per consumare direttamente l’estratto della cistifellea degli orsi, fa presupporre che anche gli ultimi due allevamenti siano avviati alla chiusura.

Come è noto, gli allevamenti consistono nel tenere gli orsi dal collare in gabbie appena più grandi dei poveri animali. Un catetere che fuoriesce dall’addome, gocciola la bile, ovvero l’estratto della cistifellea, per il quale sono note le proprietà medicamentose.

L’acido che si estrae dalla bile degli orsi che è utilizzato dall’industria farmaceutica è però da tempo un prodotto di sintesi chimica. Niente può pertanto giustificare le orrende condizioni dei vita che sono ancora oggi riservate agli orsi del Vietnam e di altri paesi della stessa area.

I turisti che frequentano tali fattorie, provengono dalla Corea.

ENV si era molto impegnata con le autorità governative affinchè gli allevamenti venissero attentamente monitorati ed evitando così l’arrivo di bus turistici.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati