GeaPress – Il sospetto che dietro il traffico di corni di rinoceronte potessero esserci delle case d’asta inglesi, era stata avanzato pochi giorni addietro in Sudafrica (vedi articolo GeaPress). Ora la conferma arriva proprio dall’Inghilterra ma con un risvolto ancora più impensabile.

I corni, infatti, provenivano dallo zoo di Colchester, dove un rinoceronte bianco era stato eutanasiato. Nel luogo dove per legge doveva essere smaltito il corpo (ovvero al macello) era stata però rubata la testa. Dalle indagini della Polizia, sembra essere stata rivenduta per 400 sterline. I due corni erano stati così segati e lavorati per essere destinati alla Cina dove la polvere di corno di rinoceronte viene utilizzata nella medicina tradizionale.

L’autore del misfatto è un noto antiquario inglese che risponde al nome di Donald Allison (nella foto). Sperava di guadagnarci almeno 600.000 sterline, ma lo scorso giugno all’aeroporto di Manchester è avvenuto il sequestro dei corni ed il fermo di Allison. Per lui era pronto un volo per Amsterdam e da qui per la Cina. Dovrà invece ora scontare una condanna ad un anno di prigione.

Proprio pochi giorni addietro sono finiti sotto processo in Sudafrica alcuni cacciatori professionisti e veterinari accusati dell’uccisione e contrabbando di corni di rinoceronte (vedi articolo GeaPress). Nella solo Sadafrica, quest’anno, sono stati uccisi 139 rinoceronti. Un dato preoccupante se si considera che in tutto il 2009 furono 129. Nell’ottobre dello stesso 2009, su 98 rinoceronti uccisi ben 38 provenivano dal Kruger Park, dove quest’anno è stato ucciso l’ultimo rinoceronte bianco. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).