GEAPRESS – Ancora sequestri di tartarughe protette in due diverse operazioni compiute in Puglia e Campania. A Brindisi, funzionari dell’Ufficio delle Dogane, congiuntamente alla Guardia di Finanza ed al Corpo Forestale dello Stato, hanno rinvenuto all’interno di due scatole di cartone, ben 27 Testudo Hermanni. Erano in possesso di un nostro connazionale proveniente dall’Albania.

Più complessa l’operazione maturata in Campania, nella provincia di Aversa. L’intervento è stato richiesto dalla Stazione Carabinieri di Orta di Atella (CE), ed ha visto partecipi i militari della Compagnia di Aversa e le Guardie Zoofile della LIDA, guidate dal Capo Nucleo Saverio Mazzarella.

Nel corso di una perquisizione domiciliare eseguita ad un uomo di 40 anni, di professione infermiere, sono state infatti rinvenute cinque tartarughe della specie Hermanni oltre che dieci individui adulti della famosa, specie negli anni passati, tartaruga guance rosse. Tutti gli animali erano sprovvisti della documentazione di legge e per questo, all’infermire-trafficante, sono stati contestati i reati previsti per la violazione della Convenzione di Washington, tra cui la previsione di un’ammenda pari a ben 105.000 euro.

L’intervento rientra in un’operazione condotta non solo contro il commercio di specie protette, ma anche il possesso di armi illegalmente detenute. Il quarantenne di Orta di Atella, è stato così tratto in arresto e dovrà rispodere, oltre che del possesso di specie protette, anche del reato di maltrattamento di animali (gli animali presentavano colorazioni e forme dei gusci superiori deformati e piastroni inferiori scrostati), minacce, detenzione illegale e ricettazione. 

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati