leoni I
GEAPRESS – Maxi sequestro di pelli ed altri derivati di animali, avvenuto nelle scorse ore in Senegal. L’importante operazione è il risultato delle indagini  congiunte tra la polizia e dagli esperti di WARA, l’ONG con sede in Guinea specializzata nei traffici illegali.

Cinque trafficanti sono stati arrestati. Tra le 2600 pelli ed altre parti di animali, i resti di almeno 15 leoni. Un fatto molto grave visto che il grande felino ha ormai una popolazione selvatica corrispondente al solo 4% di quella stimata nel 1940. Ghana, Costa d’Avorio e Congo, secondo l’ONG Wara, sono i paesi che hanno visto scomparire la loro popolazione selvatica di leoni, mentre per la Nigeria, Kenya e Uganda è prevista, già nei prossimi anni, l’estinzione di alcune popolazioni selvatiche.

Il sequestro ora comunicato, è avvenuto nelle scorse ore a Dakar. I paesi di provenienza delle pelli ed altre parti di animali (tra cui denti leone e crani di pipistelli) sono Niger, Mali, Congo, Kenya. L’esportazione, invece, sarebbe stata diretta verso il Libano e l’Unione Europea. Tra le pelli sequestrate, anche iene e pitoni.

Mentre ero in piedi di fronte a un trafficante trovato con pelli e 3 teste di leone – ha dichiarato Charlotte Houpline, direttrice di Wara – non riuscivo a trattenere la mia rabbia. Il desiderio di vedere arrestati i trafficanti, viene dal mio amore per i leoni. Questa operazione – ha concluso la direttrice di Wara – è per me molto emozionante e continuerò a lottare affinchè i trafficanti possono essere consegnati alla giustizia“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati