scimmia sequestro
GEAPRESS – Sessantacinque scimmie divenute oggetto di indagine in Spagna. Di questi animali, però, solo 25 sono stati intercettati e sembra facessero capo ad alcuni negozi di animali.

Si tratta di scimmiette Uistitì, la cui detenzione da parte di privati è in Spagna vietata. Possono detenerli solo Giardini Zoologici, se in possesso di apposito permesso.

A condurre l’operazione è stato il SEPRONA la specialità della Guardia Civil spagnola a cui compete la salvaguardia del benessere animali ed il rispetto di altre legislazioni. E’ il caso, ad esempio, dei lupi decapitati, recentemente scoperti nelle Asturie,  come il recente intervento in allevamenti di galli da combattimento, o singoli casi di maltrattamento di animali come il gatto centrato dai colpi di arma da fuoco nella comunita autonoma di Aragona.

I soggetti inquisiti, peraltro, non sarebbero stati in grado di fornire la documentazione Cites, attestante la conformità del possesso ai dettami della Convenzione di Washington sul commercio di specie rare. I punti vendita interessati dall’indagine ricadono nella provincia di Alicante. Al mercato nero, riferisce sempre il SEPRONA, ogni scimmietta può valere cifre prossime ai 2000 euro.

CLICCA QUI per ricevere la NEWSLETTER di GEAPRESS

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati