GEAPRESS – Non solo le hanno abbandonate, ma lo hanno pure fatto innanzi ad un negozio di animali abbandonato, ovvero chiuso da tempo. Due tartarughe esotiche sono state così recuperate dall’ENPA di Savona. Dopo la visita veterinaria e le relative pratiche documentali, saranno disponibili per l’adozione.

Una storia triste e purtroppo simile a molte altre. Per le tartarughe d’acqua, poi, si tratta di un vero e proprio dramma di proporzioni bibliche. A guardare i dati di importazione, ogni italiano dovrebbe possederne in buon numero. Così dovrebbe essere se non ne morissimo tantissime. Per alcune specie, infatti, si tratta dell’importazione di centinaia di migliaia di piccoli animali. Le vediamo neonate nei negozi, subito disponibili per una veloce vendita. In realtà sono esserini molto delicati che avrebbero bisogno di attenzioni particolari. Carenze vitaminiche e mancanza di adeguata temperatura, tra le principali cause di morte.

Il fenomeno dell’abbandono di questi animali, secondo l’ENPA di Savona, sta assumendo una frequenza preoccupante. Molti vengono gettati nei corsi d’acqua, dove solitamente muoiono di fame o uccisi da predatori. Per questo, dicono all’ENPA, è importante che i genitori non comprino animali esotici ai propri figli. I Comuni, invece, farebbero bene ad emanare Ordinanze specifiche per scoraggiarne la vendita. Farebbero cosa utile, e non perderebbero tempo con le Ordinanze contro cani e piccioni.
 
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati