GEAPRESS – Otto testuggini, appartenenti alla specie Testudo graeca, sono state rinvenute all’interno di un furgone sbarcato da una nave traghetto proveniente dal nord Africa. Il tutto senza alcuna autorizzazione e per questo sequestrate, dopo l’identificazione effettuata dagli esperti del Servizio Cites del Corpo Forestale dello Stato.

Ad intervenire, durante i controlli di rito, l’Ufficio delle Dogane di Genova che, con la sua operazione, conferma tutta la pericolosità del traffico di specie protette appartenenti a più specie del genere Testudo, contrabbandate attraverso molti porti italiani. Dall’Albania alla Grecia, poi anche dalla Tunisia. Per loro, stante le informazioni fornite dal Corpo Forestale dello Stato, un intenso mercato illegale che utilizza, spesso, mercatini ed annunci sul web. Il destino sono le teche dei terraristi che riescono in tal maniera ad eludere la protezione riservata alla specie.

Proprio in queste ore, in provincia di Messina, l’Associazione nazionale Guardie per l’Ambiente, ha rinvenuto due Testudo hermanni all’interno di un cartone sistemato nei pressi dello svincolo autostradale di contrada Pontegallo, nel Comune di Villafranca Tirrena. Le due testuggini, grazie alla collaborazione con il Corpo Forestale, sono state affidate al Centro di Recupero di Colle San Rizzo, nelle colline sopra Messina. Purtroppo uno dei due animali si presentava con il carapace fortemente danneggiato. Ignote, ovviamente, le cause. 

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI FOTO: