pelle leopardo
GEAPRESS – Quattro arresti di presunti trafficanti ed il sequestro di quattro pelli di leopardi ed una coda di elefante.

Questo il risultato di una operazione congiunta della polizia della Repubblica del Congo e dell’ONG PALF, recentemente riorganizzata per intervenire con ancora più efficacia nella repressione dei traffici illeciti di fauna protetta. Gli arresti sono avvenuti in due distinte operazione che si sono succedute nel giro di due giorni. A quanto sembra la prima irruzione della polizia avrebbe portato all’acquisizione di elementi utili per giungere al secondo intervento. A rimane coinvolta sembra esserci anche una donna.

La coda dell’elefante, ritrovata nella seconda irruzione, costituisce un elemento utile alla fattura di bracciali. Incredibilmente tali oggetti, caratterizzati dalla durezza e flessibilità dei peli della coda dei pachidermi, trovano un certo mercato anche in Europa.

Circa i leopardi, invece, risultano particolarmente minacciati da questi commerci, soprattutto nei paesi dell’Africa centrale.

 

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati