GEAPRESS – Se c’è, non si è allontanata molto da via Bronte. Se da un alto, infatti, non è stato rinvenuto alcun cavallo ucciso a San Martino della Scale, in pratica nell’altro versante di Monte Cuccio che sovrasta il quartiere di Borgo Nuovo, viene invece confermato il ritrovamento di un pesante collare metallico con alcuni peli della presunta pantera. Il grosso collare è stato rinvenuto dal Corpo Forestale della Regione Siciliana chiamato dagli abitanti del posto preoccupati dall’insolito abbaiare di alcuni cani attirati da una figura nascosta tra i cespugli.

Non è però un avvistamento recente e risale a tre notti addietro. Nel pesante collare sono stati rinvenuti peli di colore bruno scuro. Confermata anche la voce del coniglio sbranato. L’animale, rinvenuto sempre in via Bronte, era quasi capitozzato.

In via Bronte, intanto, rimane alta la tensione. Si tratta di una zona esclusiva di Palermo.  Un gruppo ristretto di ville multimilionarie, sistemate attorno un unico anello stradale che sembra quasi cingersi come un fortino. Nessuno, nel sottostante quartiere ad edilizia popolare di Borgo Nuovo, vuole però parlare della pantera né tanto meno di chi abita  nella sovrastante collina.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati