GEAPRESS – Alle 12.55 arriva una chiamata ai Forestali che stanno presidiando la periferia di Palermo ove sarebbe stata vista la pantera. Questa volta l’animale si trova tra via Misilmeri e via Castellana. Appena il tempo di raggiungere il posto e l’animale scompare velocemente nei boschi. Sul terreno però alcune tracce che saranno sottoposte all’esame dell’Università di Palermo.

Il recupero dell’animale, però, si presenta molto problematico. La Regione Siciliana, dalla quale dipende la Forestale, non ha mezzi idonei al recupero. Né gabbie trappola né fucili con proiettili anestetici. Lo zoo che è stato contattato, comunque senza grandi felini, si trova ad almeno mezz’ora di strada e la pantera compare e scompare fulmineamente. Il rischi0 che la pantera possa finire la sua fuga sotto i colpi di pistola è, allo stato attuale, la cosa più probabile.

Andrebbero, forse, controllate le strutture che nel passato hanno detenuto grandi felini.

A mero titolo di esempio, perché oggetto dell’agghiacciante filmato di Striscia la Notizia, si riporta il caso dello zoo di Terrasini ove è stata fotografata, nel recente passato, la pantera riportata nella foto di GeaPress.

Forse occorrerebbe un intervento urgente dei Forestali nazionali, dotati di uomini e mezzi idonei al recupero. Uno dei Centri specializzati al recupero, quello di Monte Adone vicino Sasso Marconi (BO) ha già dato disponibilità ad accogliere l’animale.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati