GEAPRESS – E’ bufera sull’attività dell’ esercito malese dopo che cinque soldati hanno pubblicato una loro foto su Facebook con un Grande Calao Indiano ovvero una rara specie di Bucero, protetta dalle disposizioni internazionali.

I soldati sono stati nel frattempo sospesi, ma secondo il Ministro della Difesa malese l’uccello sarebbe stato ucciso da altri cacciatori e sarebbe poi stato raccolto dai soldati. La versione, ovviamente, convince solo in parte ed il WWF, pur prendendo atto della sospensione dei soldati, si è augurato che possa esservi anche la piena confessione per quanto commesso.

Secondo William Schaedla, Direttore dell’Ufficio Traffic del sud est asiatico, il grave episodio ora occorso è solo l’ultimo esempio del coinvolgimento dell’esercito nella caccia illegale. A tal proposito si ricorda come, recentemente, due soldati siano stati scoperti mentre prendevano parte ad una caccia al cervo all’interno di una riserva forestale, mentre molte di più sarebbero le indiscrezioni che provengono dagli stessi ambienti militari.  Anche su questo il WWF Malesia ha chiesto al Ministro della Difesa di indagare e, nel caso, punire severamente i responsabili di tali atti.  (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).