testuggine collo di serpente
GEAPRESS – Ha un nome singolare, Chelodina longicollis, che la dice “lunga” sulla sua principale caratteristica, quella, cioè, di avere un collo straordinariamente lungo. Il nome comune della testuggine trovata a Monza è ancora più esplicito: testuggine collo di serpente comune.

Si tratta, spiega la Protezione Animali, di una tartaruga d’acqua dolce tipica dell’Australia. Il luogo del ritrovamento è a Muggiò (MB), nel bel mezzo di una strada trafficata nel mese di agosto. Pensando si trattasse di una specie terrestre, la persona che l’ha raccolta l’aveva lasciata libera in giardino. E’ stata ritrovata solo dopo tre settimane. Si era così ben mimetizzata con l’ambiente da diventare quasi invisibile.

Dopo aver contattato altre associazioni e capito di che specie si trattasse, il cittadino ha telefonato a ENPA Monza che l’ha ritirata.

A causa delle sue particolari caratteristiche, l’esemplare di Chelodina è ospitato  presso sede ENPA di Monza.Al momento, non è pervenuta alcuna segnalazione di smarrimento né del pitone né della chelodina. L’ENPA cerca persone con esperienza, che conoscano le caratteristiche delle specie, che possano adottare gli esemplari e siano in grado di garantire loro cure, habitat e alimentazione adeguate.

Per info, contattare la sede ENPA in via Lecco 164, da lunedì a venerdì dalle 14.30 alle 17.30, o telefonicamente allo 039-388304, oppure scrivendo a: elio.dellatorre@enpamonza.it.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati