GEAPRESS – Un storia triste, ma che lascia almeno una luce di speranza. L’impegno di centinaia di persone tra cui gli abitanti di un intero villaggio dello Stato dell’Assam, India nord orientale.

L’elefantino, appena nato, e la sua mamma precipitano lungo una zona scoscesa. I fatti dovrebbero essere successi lo scorso tre maggio, ma i soccorsi sono riusciti a raggiungere il posto solo il cinque. Grande partecipazione degli abitanti del posto che hanno finanche provveduto a rompere alcuni spuntoni di roccia che impedivano le operazioni di soccorso. Sul luogo i veterinari dell’IFAW (International Fund Animal Welfare) e del WTI (Wildlife Trust of India).

Il primo pensiero è andato all’elefantino che appariva fin da subito gravemente ferito. E’ stato necessario imbracarlo e tirarlo fin sopra il ciglio del burrone grazie all’impegno degli abitanti del posto. Operazione non facile anche per la presenza dell’elefantessa. Tanta fatica, ma sebbene ferito gravemente, ora è almeno fuori dalla trappola. La madre, invece, è morta. Non ha retto allo stress e non è da escludere che avesse subito delle lesioni interne. Ora tutte le attenzioni sono indirizzate sull’elefantino.

L’IFAW, che abbiamo già conosciuto, ad esempio, per i documenti sulle stragi di foche canadesi, ha già più volte operato in India per salvataggi di animali “difficili”. Tra questi anche rinoceronti e gli stessi elefanti. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).

VEDI PHOTO GALLERY: