GEAPRESS – Ne hanno trovate quasi 11.000 in casa di Jimmy, insieme ai cristalli di anfetamine. Di più la Polizia indonesiana non dice, se non che si tratta del secondo grande sequestro avvenuto a Timika vicino al confine con la Papua Nuova Guinea. Si tratta per l’esattezza di 10.914 Tartarughe naso di porco, molto simili alle tartarughe marine, sebbene il loro habitat sia quello delle acque dolci.

Nel marzo dello scorso anno ne vennero sequestrate altre novemila, segno questo che il mercato illegale è tutt’ora florido. Non solo pentole cinesi, ma anche terrari occidentali, americani ed europei soprattutto. Sebbene sia molto delicata e può raggiungere circa 70 centimetri si tratta di una tartaruga presente anche tra i terraristi italiani. Peccato, se continuasse a stare tranquilla nei laghi e nei fiumi indonesiani ed australiani, sarebbe molto meglio sia per lei che per Jimmy. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).