leopardo
GEAPRESS – Un leopardo è stato brutalmente ucciso sabato scorso nel villaggio di Tantaura nello Stato indiano del West Bengala. Secondo la ricostruzione fornita dalle Autorità locali, il leopardo sarebbe stato circondato da numerosi individui ormati di asce e bastoni. L’animale, una volta ucciso è stato mutilato agli arti mentre gli occhi sono stati cavati. Issato con una corda ad un albero è stato infine rimosso dalla polizia.

La videnda non sarebbe nata da un attacco del felino; lo stesso, infatti, sarebbe  stato sorpreso a bere in un vicino ruscello. L’animale, subito inseguito, era riuscito a trovato un nascondiglio proprio nel villaggio fin quando un poliziotto avrebbe cercato di stanarlo. Secondo alcune fonti, il poliziotto era pronto a sparare quando l’animale lo ha anticipato aggredendolo. Subito è ripresa la caccia da parte degli abitanti del posto che, in alcuni casi, hanno riportato ferite agli arti ed al volto. L’animale, una volta raggiunto, è stato orrendamente ucciso e poi issato all’albero.

Il paese di Tantaura si trova nei pressi della foresta di Jhimla, storico luogo ove risiede una popolazione di leopardi. E’ probabile che il grave fatto   riproponga ancora una volta la difficile convivenza tra i sempre più invadenti centri abitati  ed i grandi felini indiani. In India, infatti, sono stati più volte documentati casi di leopardi che si aggirano nei centri urbani. Le prede ricercate, molto più facili da procacciare rispetto alla fauna selvatica, sarebbero costituite da ratti e cani.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati