tigre
GEAPRESS – Un caso particolare che premia il lavoro del Corpo Forestale dello Stato, ma dimostra quanto lunga può essere la strada da percorrere per raggiungere la destinazione finale. Una tigre,  sequestrata ad un circo nel 2007, è stata finalmente trasferita  presso il Centro di Recupero per fauna esotica e selvatica di Semproniano  in provincia di Grosseto. L’animale era stato nel frattempo detenuto in una struttura della provincia di Caserta.

Rambo, questo il nome del maschio di tigre di circa 15 anni, è stato oggi prelevato dal Servizio CITES Centrale e CITES di Napoli del Corpo forestale dello Stato.

La tigre, fin dalla data del sequestro, era stata da sempre oggetto di attenzione da parte delle amministrazioni statali competenti, Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare insieme al Corpo forestale dello Stato. In tempi più recenti si era provveduto a individuare una struttura di custodia alternativa che potesse garantire all’animale ogni necessaria cura ed un ambiente idoneo a soddisfare le sue esigenze psicofisiche.

Attraverso la collaborazione dell’associazione Animals Asia Foundation e l’ausilio di uno staff di medici veterinari specializzati in fauna esotica, è stato possibile trasportare in sicurezza il grande felino, appartenente ad una specie definita dalla legge come “pericolosa per la pubblica incolumità”, garantendo allo stesso il massimo livello di benessere. In poche ore l’esemplare, mediante l’impiego di un mezzo di trasporto idoneo al trasporto di animali pericolosi, ha raggiunto la sua nuova casa.

L’animale è stato altresì anestetizzato e sottoposto ad un intervento chirurgico sulla zampa per risolvere un problema all’unghia. A qaunto sembra la ferita procurava da tempo sofferenza all’animale.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati