scaglie pangolino
GEAPRESS – Nuovo maxi sequestro di scaglie di Pangolino, presso la dogana portuale di Hong Kong.

Il precedente sequestro di quattro tonnellate avvenuto lo scorso giugno (vedi articolodi GeaPress ) che sembrava avere battuto ogni record è già abbondantemente superato da quello comunicato nella giornata di ieri.

Il valore stimato e pari 14 milioni di dollari.

Il carico proveniva dalla Nigeria ed era dichiarato come “660 sacchi di parti in plastica riciclata”. Dopo l’ispezione i doganieri hanno invece ritrovato 259 sacchi di stracolme di scaglie.

Il sequestro è avvenuto nel Kwai Chung Customhouse Cargo Examination Compound. Un’area attrezzata di moderne attrezzature il cui compito è quello dis covare carichi illegali. Le scaglie, come è noto, sono molto richieste dalla mdicina tradizionale. Un sequestro, quello comunicato ieri, che conferma ancora una volta l’interesse dei trafficanti verso le specie di Pangoli africani. Evidentemente i prelievi illegali che stanno depauperando le popolazioni selvatiche del sud est asiatico non soddisfano più la forte richiesta che proviene dai contrabbandieri cinesi.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati