sacchi scaglie
GEAPRESS – Maxi sequestro della dogana del porto di Hong Hong che ha intercettato ben quattro tonnellate di scaglie di Pangolino. Il valore della spedizione, affermano gli esperti, è di 9.8 milioni di dollari.

L’operazione di polizia, avvenuta nella giornata di ieri, è la più grande mai portata a compimento in tema di scaglie di Pangolino.

Il carico è stato scoperto presso il Kwai Chung Customhouse Cargo Examination Compound, ossia la modernissima area  doganale dotata di sistemi di controllo all’avanguardia,  presso lo scalo portuale di Hong Kong. I doganieri sono intervenuti sulla base della cosiddetta “valutazione del rischio”, ovvero un controllo mirato sulle spedizioni, basato sull’analisi delle provenienze ed altri fattori giudicati sensibili. La spedizione riportava la dicitura mendace di “sacchetti di plastica”, di quelli in uso per il confezionamento di alimenti.

La spedizione proveniva dal Camerun.

Le scaglie di Pangolino, così come la carne, hanno purtroppo ancora un uso diffuso. Il principale mercato è quello della medicina tradizionale. I trafficanti si rivolgono sempre più ai mercati illegali africani, in alternativa ai luoghi di prelievo del sud est asiatico. Ad Hong Kong, in più occasioni, sono avvenuti ingenti sequestri di scaglie di Pangolino

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati