anaconda
GEAPRESS – Incredibile esito di un sopralluogo del Corpo Forestale dello Stato, Comando Stazione di Alba Adriatica (TE) in un seminterrato di un immobile pubblico di Giulianova, in provincia di Teramo. Nei locali, adibiti a rimessa attrezzi, vi erano infatti alcune teche con rettili tra cui una Tarantola ed una Anaconda.

Gli Agenti, rintracciato il proprietario, hanno provveduto alla verifica della documentazione e al trasferimento degli animali presso strutture idonee. La Forestale sottolinea a questo proposito come la presenza di animali esotici, nel caso di fenomeni di reintroduzione, rappresenta una minaccia per le specie autoctone e quindi alla biodiversità.

Nei giorni scorsi il personale dello stesso Comando Stazione, aveva inoltre provveduto a sequestrare cento metri di rete disposta da sponda a sponda nel torrente Salinello. Secondo la Forestale sarebbe servita ad intrappolare ingenti quantitativi di pesce. Altra trappola, questa volta destinata alla cattura di avifauna, è stata individuata in collaborazione con il Nucleo Cites di Pescara. A finire sotto sequestro anche venti esemplari di avifauna, mentre il presunto responsabile è stato denunciato dall’Autorità Giudiziaria. La Forestale ricorda come la legge vieti ogni forma di uccellagione oltre che la detenzione di nidi, nidiacei ed uova.

Gli interventi dei giorni scorsi si collocano nell’ambito dell’attività di prevenzione a quella che la stessa Forestale definisce aggressione del territorio.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati