GEAPRESS – Ormai è un aggiornamento quasi quotidiano. Decine e decine di serpenti, ma anche di altri animali esotici, vengono ritrovati per le strade italiane. L’ultimo caso è reso noto oggi a Milano.Un automobilista che aveva appena completato il parcheggio, si è trovato innanzi un serpente falso corallo. Non sapeva che fosse innocuo e per questo, spaventato, ha chiamato la Polizia. Il tutto è avvenuto in pieno centro di Milano e finché non è intervenuto un esperto che ha esattamente identificato il colorato serpente si è temuto che potesse trattarsi del temibile, e spesso mortale, serpente corallo.

Sebbene il ritrovamento di serpenti dal morso mortale sia ancora presente in Italia (basti considerare i crotali nella pineta di Ostia, le vipere di Torino – vedi articolo GeaPress, per non parlare di altre rettili pericolosi come la tartaruga azzannatrice del Circeo – vedi articolo GeaPress) quello che più preoccupa gli esperti del settore è la massiccia vendita di serpenti ed altri animali ritenuti non pericolosi dalla legge italiana, ma in realtà in grado di arrecare notevoli danni, come ad esempio nel caso del Pitone moluro.

Devono inoltre essere considerati i danni che la terraristica sta arrecando alle popolazioni naturali così come recentemente sottolineato dal prof. Vincenzo Ferri, erpetologo di fama internazionale, in una recente intervista rilasciata a GeaPress (vedi intervista GeaPress). Lo stesso Prof. Ferri, inoltre, non aveva esitato ad additare il potenziale pericolo derivante anche per l’uomo dal possesso di certi animali di libera vendita in Italia.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati