GEAPRESS – Due cuccioli di non oltre due mesi di vita di orso labiato, sono stati sequestrati in India. L’operazione di Polizia condotta in collaborazione con il WTI (Wildlife Trust of India) è avvenuta nello stato di Orissa, nel nord est del paese. Il destino di questi due poveri animali era sicuramente molto crudele ma ancora non è dato sapere, con certezza, se erano destinati ad una fattoria della bile, tristemente nota in estremo oriente, o per alimentare il mercato dei cosiddetti “orsi ballerini”. I due trafficanti sono stati arrestati (in Italia, invece, per l’esportazione di una specie protetta, avrebbero pagato una blanda sanzione…).

L’orso ballerino è una pratica ancora discretamente diffusa, nonostante i formali divieti, soprattutto tra gli zingari indiani. Agli animali, con una punta rovente, gli viene forato il muso per essere fatta passare una corda. La ferita viene tenuta sempre aperta fino alla costituzione di un callo. Questo per evitare la rimarginazione. Gli animali, dallo strattonamento della corda, infilata nel foro sul muso, vengono incitati a … ballare. Trattandosi di animali molto pericolosi, vengono fatti “esibire” con una stretta museruola (come nei circhi italiani).

La cattura degli orsetti è sempre cruenta. La madre è infatti preparata ad affrontare predatori di tutto rispetto, come leopardi, tigri e branchi di lupi. Nulla può, invece, contro la fucilata dell’uomo. Purtroppo in molte zone rurali, la povertà delle popolazioni spinge queste ultime ad affiancare i trafficanti. In tal senso il lavoro del WTI è molto inteso, e numerose campagne di sensibilizzazione sono state varate, in collaborazione con il Governo indiano. Si stima che in India vi sia ancora un numero di orsi ballerini superiori a mille, mentre le popolazioni in natura sono ridotte circa 10.000 individui sparsi tra l’India, il Nepal, il Bangladesh e lo Sri Lanka. Secondo gli esperti non meno dell’ottanta per cento dei cuccioli catturati, muore nei primi sei mesi di vita.(GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).