GEAPRESS – E’ uno dei paesi dell’Unione Europea che più esporta in Italia. Rettili, ma anche aracnidi, in arrivo nei nostri negozi dalla Repubblica Ceca. Proprio in questo paese erano diretti i 42 serpenti, a quanto pare tutti appartenenti a specie velenose, ed i 147 camaleonti, sequestrati questa settimana nell’aeroporto internazionale di Entebbe, in Uganda. Gli animali, stipati all’interno di una cassa di legno, si presentavano in precario stato di salute. 55 camaleonti erano già morti.

Nessuno, dopo tre giorni di attesa, ha rivendicato il carico e la spedizione rimane tutt’ora ignota per quanto riguarda il mittente. Sicuramente dei trafficanti di animali. Dalla cassa, usciva un forte cattivo odore, che ha attirato l’attenzione degli addetti dell’aeroporto. Poi la scoperta.

Da ieri gli animali superstiti sono affidati alle cure degli esperti ugandesi che contano di reintrodurli in natura, all’interno di aree protette.

A quanto pare, cattivi odori a parte, agli Agenti dell’Ufficio ugandese della fauna selvatica, era arrivata una dettagliata segnalazione. Le indagini proseguono ora per accertare chi stava dietro al traffico di serpenti e camaleonti. Praticamente certa, invece, la destinazione, ovvero proprio la Repubblica Ceca.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati