GEAPRESS – Un bracconiere di Lemuri è stato intercettato nel nord ovest del Madagascar e rischia ora da due a cinque anni di carcere. L’uomo ha confessato di avere agito assieme ad altri due complici. Lo scopo della cattura era quello di fornire il mercato illegale di bushmeat, ovvero carne, prevalentemente essiccata, di fauna selvatica.

A rilevare il caso l’organizzazione non governativa malgascia Fanamby che ha diffuso notizia e fotografie. Incredibilmente gli animali vengono uccisi con il veleno, rischiando così non solo la distruzione di ampie porzioni della natura del Madagascar, ma anche la vita di chi mangia la carne essiccata.

Il particolare stato di conservazione dei corpi dei 32 Lemuri ritrovati dalla Polizia, ha impedito l’esatta identificazione delle specie di appartenenza, e si dovrà ricorrere all’esame del DNA. Di sicuro molti di essi devono appartenere alla specie di Lemure coronata.

Secondo la lista rossa redatta dall’IUCN lo stato di conservazione del Lemure coronata (Eulemur coronatus) è quello della categoria delle specie vulnerabili, ovvero quando la popolazione è diminuita del 50% in dieci anni, quando il suo areale si è ristretto sotto i 20.000 km², o il numero di individui riproduttivi è inferiore a 10.000.(GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).