contenitore esotici
GEAPRESS – Intervento delle Guardie Zoofile Aversa e Guardia di Finanza in una fiera di rettili ed altre classi di animali che si è tenuta in provincia di Caserta.

Gli uomini del Nucleo Investigativo Antibracconaggio di Aversa (CE) diretti dal Dirigente del Servizio di Vigilanza Saverio Mazzarella, infiltrandosi fra gli avventori, avevano notato supposte irregolarità in materia di detenzione degli animali esposti, documentazioni sanitarie e certificati C.I.T.E.S.

A finire denuncite alle Procure della Repubblica di Napoli e Napoli Nord Aversa, sono in tutto 24 persone, molte delle quali provenienti da altre regioni d’ Italia.

L’ operazione, comunicano sempre le Guardie Zoofile di Aversa, si è distinta in quattro fasi in più giorni, dal giorno prima dell’ inizio della Fiera fino alla sua conclusione. A quanto sembra gli inquirenti erano sulle tracce di presunti trafficanti che, stante quanto comunicato, sarebbero dovuti essere presenti il giorno successivo. Nel corso dello svolgimento della manifestazione venivano notati comportamenti di alcuni soggetti intenti a movimentare velocemente scatole con all’ interno animali ed un via vai frenetico di clienti che avrebbero acquistavano animali che, a detta delle Guardie, sarebbero stati privi di documentazione C.I.T.E.S.

Critiche sono state altresì sollevate sulle condizioni di detenzione di numerosi animali presenti alla manifestazione. In particolare le Guardie utilizzano come termine di paragone quello di “bomboniere” per indicare le piccole scatole in plastica. Gran parte degli animali viveva sottovetro o chiusi in contenitori strettissimi.

Il personale della Polizia Zoofila del Nucleo di Aversa ha così seguito alcune persone all’ esterno della fiera bloccando diversi furgoni e autoveicoli carichi di animali. In tutto, ad essere sequestrati sono 340 serpenti, 732 animali fra mantidi religiose, scarabei, rane, rospi, tritoni, salamandre e raganelle, 78 tartarughe, decine di altri animali fra scolopendre, millepiedi e serpenti costrittori.

Sempre secondo le Guardie sarebbe stato “pizzicato” un allevatore con 60 serpenti nel bagagliaio della sua automobile. Gli animali sarebbero stati accatastati uno sull’ altro in due grosse scatole di polistirolo. Non sarebbero mancati anche due animalisti, “finti” così come definiti dalle Guardie, trovati con quattro tartarughe nel bagagliaio nei pressi di Napoli. Altre due persone sono state sorprese nella loro auto con a bordo ventuno tartarughe di piccole e grosse dimensioni. Tra le persone provenienti da altre regioni si segnalano due Toscani, uno dei quali a quanto sembra gia noto, seguito e bloccato all’esterno di un ristorante con un furgone pieno di animali. Circa 500 animali in un mezzo che non sarebbe stato adibito al trasporto di fauna esotica. Rinvenuti anche alcuni esemplari morti.

I ringraziamenti sono dalle Guardie rivolte alla Guardia di Finanza, intervenuta con professionalità.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati