teschio gorilla
GEAPRESS – Nuovo intervento delle autorità di polizia del Camerun, contro i cosiddetti trafficanti di ossa. Si tratta di individui senza scrupoli che usano rifornire di parti scheletriche di animali, collezionisti di mezzo mondo.

Il nuovo intervento è avvenuto nel sud ovest del paese e si è avvalso, anche questa vola, della partecipazioni degli esperti dell’ONG LAGA (Last Great Ape Organization).

A finire arrestati sono cinque presunti trafficanti. In loro possesso era un teschio di gorilla, due di elefanti ed una dozzina di altre parti scheletriche di più pachidermi.

Appena il nove luglio scorso era stato comunicato un sequestro di parti di ossa di elefante, mentre, già nel recente passato, si era dovuto registrate il sequestro non solo di parti di elefante ma anche di teschi di scimpanzé e di gorilla (vedi articolo GeaPress).

Un mercato, quello dei trafficanti di ossa, che sembra non conoscere fine e che ha anche nel nostro paese un terminale di tali riprovevoli commerci (vedi articolo GeaPress).

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati