GEAPRESS – Il negozio oggetto di intervento della Polizia Municipale di Brescia e delle Guardie Eco Zoofile di Legambiente, era di riferimento per i terraristi locali.

Nel retro bottega dell’esercizio commerciale la Polizia Municipale avrebbe trovato una situazione critica: scarsa ventilazione, scarsità di luce, cattivi odori ed umidità. Nel negozietto antistante, invece, decine e decine di serpenti, pappagalli ed aracnidi. Questi ultimi, forse, non posti in vendita.

L’intervento di Polizia è stato disposto dopo una segnalazione della Sede ENPA di Brescia alla quale più volte erano pervenute lamentele sullo stato di detenzione degli animali. Alcuni di questi sembrerebbero essere stati venduti a persone che ne facevano poi uso in spettacoli pubblici.

Resta ora da capire dove finiranno gli animali. Considerato proprio l’enormità del numero la sistemazione si presenta difficilissima. Intanto alla proprietà del negozio sono state contestate oltre 6.000 euro di sanzione oltre che il sequestro amministrativo.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati