avorio
GEAPRESS – A rendere nota la notizia dell’uccisione del bracconiere e lo Zambia Wildlife Authority. I quattordici bracconieri intercettati nel Parco Nazionale Chobe, in Botswana, provenivano proprio dallo Zambia.

Il cacciatore di frodo, originario di Lusaka, capitale dello Zambia, è stato intercettato assieme ad altri tredici compagni che sono attualmente ricercati dalla polizia del Botswana. Nel corso dello scontro a fuoco, sono infatti riusciti a fuggire. Ad essere sequestrate munizioni di grosso calibro, 34 zanne, quattro code di elefante, dodici sacchi di carne di elefante e una bilancia di precisione.

Il corpo del bracconiere è stato messo a disposizione delle autorità dello Zambia.

Dallo Zambia provengono molti dei bracconieri che si rendono resposabili di atti di bracconaggio nei paesi confinanti. Di recente, in un’area di confine, la polizia stadale ha arrestato un presunto bracconiere trovato in possesso di 33 chili di avorio. Lo stesso Zambia è a sua volta vittima dello scorribande dei bracconieri e nello scorso maggio due uomini ed una donna sono stati feriti dai colpi di protiettili sparati dai rangers che li avevano sorpresi nel Parco Nazionale del Nord Luangwa.

L’avorio illegale, spesso accompagnato con certificati  falsi oppure occultato in spedizioni legali di vario genere, segue poi un lungo percorso che presenta come probabile terminale il porto di Mombasa, in Kenya. Qui viene poi imbarcato per la penisola indocinese. I paesi maggiormente accusati dal WWF di vendite poco chiare di avorio, sono la Tailandia e la Cina (vedi articolo GeaPress).

Proprio nel Kenya, pochi giorni addietro, sono stati uccisi tre bracconieri (vedi articolo GeaPress) nel Parco di Tsavo, lo stesso dove è stato ucciso Satao, ovvero quello che si pensa essere stato il più vecchio elefante d’Africa. Il corpo del povero animale venne ritrovato orrendamente sfigurato nel volto (VEDI VIDEO SATAO) a causa dell’estrazione delle zanne. I rangers hanno potuto riconoscere il mastodontico elefante, dalla forma delle orecchie.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati