GEAPRESS – E’ morto il “pitone” di Medicina, recuperato ieri dai Carabinieri ai quali era pervenuta l’allarmata telefonata di una cittadina (vedi articolo GeaPress). Il Pitone che in realtà era un Boa constrictor, scappato da chissà quale teca di terrarista era finito nel terrazzo della signora che, terrorizzata alla vista del rettile, ha subito chiamato i Carabinieri.

Il Boa una volta catturato dai Carabinieri, prontamente intervenuti, è stato affidato alle cure del Centro Tutela e Ricerca Fauna Esotica e Selvatica di Monte Adone, a Sasso Marconi (BO).

Secondo gli esperti del Centro di Sacco Marconi, l’animale era rimasto lunghe ore al freddo. Un evento mortale, per il boa, abituato a ben altre temperature. Il Boa, infatti, presentava ormai seri problemi neurologici e per lui non c’è stato niente da fare. Poco dopo l’arrivo al Centro è infatti deceduto.

Sono ormai numerosi in tutt’Italia i casi di ritrovamento di rettili fuggiti dalle teche o deliberatamente abbandonati dai loro detentori magari proprio per le dimensioni raggiunte. Un Boa Constrictor può raggiungere anche parecchi metri di lunghezza.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati