GEAPRESS – Nuovo maxi sequestro di animali nell’aeroporto internazionale di Bangkok, in Tailandia. Ben 890 Tartarughe stellate indiane sono state rivenute dai doganieri tailandesi, all’interno di una valigia appartenente ad un cittadino indiano. Al suo interno le tartarughe, quasi tutte neonate (nella foto delle autorità doganali di Bangkok). Il volo, proveniente da Calcutta, era diretto proprio a Bangkok. La specie di tartaruga in questione è molto ricercata nel mercato della terraristica. Sebbene protetta, è ancora oggetto di una intensa attività di raccolta finalizzata a fornire in maniera illecita i mercati, anche occidentali, dei negozi di animali. Le autorità doganali sospettano che il cittadino indiano, potesse essere diretto in uno dei mercati di strada di Bangkok dove questi animali vengono smistati e venduti anche all’ingrosso. Appena la scorsa settimana, nel mercato di Chatuchak, è avvenuto il sequestro di altre 122 tartarughe.

Un recente studio dell’Ufficio Traffic, ha evidenziato come la Tailandia sia al centro di un intenso traffico di specie di anfibi e rettili, dichiarate, nei paesi di origine, come nati in cattività e per questo esportate in tutto il mondo, Europa compresa (vedi articolo GeaPress) . Le specie protette, se in Appendice I della Convenzione di Washington, non potrebbero essere commerciate salvo se nate in allevamento. In realtà, dal raffronto con i dati ufficiali disponibili, si è potuto constatare l’enorme differenza tra gli animali effettivamente nati in cattività e quelli poi esportati. Centri di riciclaggio, dunque. Una complicità, quegli degli allevamenti, recentemente saltata alla luce anche nel caso dei poveri orsi della bile (vedi articolo GeaPress).

L’aeroporto di Bangkok non è l’unico ove sono avvenuti, di recente, simili sequestri. Anche a Kuala Lampur e Jakarta, infatti, si sono registrati importanti interventi delle forze di polizia. In alcuni casi, è stato possibile liberare gli animali nel paese dal quale erano stati depredati. E’ successo in Malesia con 600 delle 699 tartarughe sequestrate. Per loro è stato possibile il ritorno in India.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati