GEAPRESS – Si trattava di tartarughe Hermanni, Marginata e Greca, quelle sequestrate nei giorni scorsi ad un uomo di trentacinque anni di Ardea, in provincia di Roma. I Carabinieri della locale Tenenza hanno individuato l’allevamento con tutta probabilità finalizzato alla vendita, recandosi per altri motivi presso l’abitazione dell’uomo. Sembra che tra i precedenti di polizia vi fossero anche quelli relativi alle sostanze stupefacenti. Nessun precedente, invece, sul traffico di fauna protetta. 53 tartarughe di età diversa. Le più piccole erano sistemate in una teca riscaldata.

La varietà delle stesse, fa presupporre che il trentacinquenne potesse contare su un confermato parco clienti. All’arrivo dei Carabinieri veniva per primo notato un recinto, chiuso con un lucchetto, sistemato nel giardino. Poi, nella camera da letto, la teca riscaldata che funzionava di fatto come una nursery. Nessuno degli animali era in possesso della documentazione Cites attestante il regolare possesso.

Le indagini dei Carabinieri sono ora dirette ad accertare i collegamenti di cui l’allevatore abusivo doveva probabilmente godere. Le indagini sono portate avanti dalla Tenenza di Ardea e coordinate dal Comando Compagnia di Anzio.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati