crani gorilla
GEAPRESS – Ancora arresti in Camerun, dopo che le autorità di polizia, in collaborazione con l’ONG LAGA (Last Great Ape Organization), hanno individuato due trafficanti di teschi di grandi primati. Ad essere stati rinvenuti sono stati in tutto quattro teschi, tre di gorilla ed uno di scimpanzè.

Purtroppo, in molti paesi dell’Africa centrale ed occidentale, è ancora florido il commercio di parti di animali destinati ai collezionisti di mezzo mondo. Tali uccisioni sono spesso congiunte al prelievo del cosiddetto bushmeat, ovvero la carne di selvaggina che, una volta affumicata, serve ancora le abitudini alimentari dei luoghi.

A poco sono valsi gli appelli per il pericolo derivante dall’Ebola. Uno dei canali di contagio per l’uomo, si pensa sia dovuto proprio all’assunzione di carne contaminata ed i primati sono tra le categorie di animali maggiornemte indicate, oltre a pipistrelli ed alcune antilopi.

Nelle scorse ore un’altro importante sequestro è avvenuto nel vicino Gabon. A cooperare con le autorità di polizia sono stati gli esperti dell’ONG Conservation Giustice. A finire arrestati sono stati cinque trafficanti trovati in possesso di dieci zanne di elefante.

Secondo l’ONG, però, i cinque elefanti dai quali derivavano le zanne sequestrate, rappresentano solo una quota minimale dei pachidermi uccisi per l’avorio.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati