rissa palio di siena
GEAPRESS – Tante precauzioni per la manifestazione animalista, concessa ma a parecchi chilometri da piazza del Campo, ed infine la rissa c’è stata. Gli animalisti, però, non c’entrano  e a dare “spettacolo” con una mega scazzottata che ricorda più uno scontro tra formiche guerriere, sono stati due gruppi costituiti da alcune centinaia di persone, verosimilmente afferenti a contrade rivali.

Questo con buona pace delle disposizioni della Questura di Siena che aveva pure elencato, in uno dei due comunicati diffusi in data antecedente il Palio, le contrade sulle quali era stata rafforzata la vigilanza (tra queste proprio alcune i cui contradaioli parrebbero essere coinvolti nella mega rissa) “con particolare attenzione ai limiti di confine tra quelle rivali“.

Il limite di confine, però, non era tracciato proprio nella pista dove, nonostante la presenza a pochi metri dei cavalli, numerosi appassionati della manifestazione hanno dato sfogo ad una lite sedata, non senza difficoltà,  da una nutrita schiera di Vigili Urbani che è infine  riuscita ad interporsi tra le fazioni rivali.

Di tutto questo, non si troverà traccia nella patinata trasmissione ripresa da Rai 2, così come, almeno fino a 24 ore dopo la conclusione del Palio, nella pagina web ove sono esposti i comunicati del Comune di Siena.

Ancora nessuna nota, come in genere fa il Comune, in merito ad un cavallo che è stato notato zoppicare vistosamente alla zampa anteriore destra e del quale piacerebbe averne notizia.

Grazie a tale usgirlscout, utente di you tube, è possibile vedere cosa è successo istanti dopo la conclusione della corsa. Centinaia di persone  tanto prese dagli umori da ritenere di potersele dare di santa ragione in quello che è stato presentato come un Palio visto in tutto il mondo. Meno male che c’era usgirlscout. Grazie a lei (si presume sia una donna) abbiamo un filmato di cosa ieri  è avvenuto a Siena.

Perchè è avvenuto tutto ciò? La domanda, forse non è così importante, dal momento in cui mega risse sono note un po’ per tutte le competizioni di popolo. Le motivazioni potrebbero essere comuni. Ad ogni modo si potrebbe anche supporre che quella piazza, sotto vari punti di vista  (cosa significano, ad esempio, i richiami ai soldi e presunti accordi?) rappresenti  veramente uno spaccato senza veli (qualora ripreso) del nostro paese. Quei Vigili Urbani che tentavano di riportare l’ordine, ovvero la legalità, schiacciati tra  due ali di folla inferocita, facevano quasi tenerezza. Piacerebbe sapere se da qualcuno sono state identificate le persone  che hanno dato sfogo ai loro umori. Se vi sono, ad esempio, dei denunciati o provvedimenti da parte del Comune o di altre autorità locali.

Almeno, quest’anno, un centinaio di animalisti sono riusciti, seppur lontani, ad infrangere un tabù. La loro manifestazione, questa si, è stata ripresa anche da importanti giornali esteri. Può darsi, allora, che non tutto sia ancora perso e prima o poi anche il Palio di Siena, come sperano gli animalisti, si avvierà verso il suo epilogo.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati